Archivi categoria: I nomi delle città siciliane

Fiumedinisi

Fiumedinisi è un piccolo paese posto a m.190 s.l.m., i cui abitanti sono chiamati “fiumedinisani” o “fiumenisani”. Il toponimo è di origine latina da “flumen-Dionisy” “fiume di Dionisio”.
Un’altra interpretazione è quella che prende in considerazione la derivazione del toponimo da Fiume di Nisi da “Nix”, neve, per le sue acque sempre gelide.

Venera Eleonora Russo “La storia nei toponimi siciliani”

Alessandria della Rocca

Alessandria della Rocca, che sorge a m.533 s.l.m., fu fondata da Carlo Barresi nel 1570, quando il Barresi era signore del castello di Pietra D’Amico, che ancora oggi sorge vicino al paese.
Venne così chiamata perchè sorse sul feudo di Alessandro Presti; inoltre, prima di adottare il nome “della Rocca” si chiamò “Alessandria della Pietra”, appunto dal nome del castello.
Il nome del paese fu definitivamente cambiato nel 1862 in “della Rocca”, sempre per la fortezza che vi sorge vicino.

Venera Eleonora Russo “La storia nei toponimi siciliani”

 

Agrigento

Agrigento è un capoluogo di provincia che sorge in una bella posizione a m. 326 di altitudine, sulla parte alta di due colli contigui, con da una parte il torrente Drago (Hypsas) e dall’altra il torrente S. Biagio (Akragas).
La fondazione di Agrigento risale al 581 a.C., anno della XLIX Olimpiade e venne costruita per opera di coloni rodii di Gela sotto il comando di Aristono e Pistilo.
Il toponimo deriva quindi dal greco “Akragas”, terra alta, dato che Agrigento così appariva ai marinai che provenivano dal Canale di Sicilia.

Venera Eleonora Russo “La storia nei toponimi siciliani”